Ricciarelli di Siena IGP Masoni

I ricciarelli sono fatti con una pasta di tipo marzapane, a grana grossa, molto lavorata e arricchita da un impasto di canditi e vaniglia. Gli viene data poi una forma ovale, a chicco di riso, e cotti in forno fino a quando non si arricciano alle estremità. La loro superficie rugosa e screpolata viene rivestita di zucchero a velo e poggiano su un velo di ostia.

La leggenda dei Ricciarelli:

La storia narra che una suora dei servi di Maria, nel Medioevo, tostò troppo il marzapane senese per errore. Il risultato furono i ricciarelli, tostati e arricciati dall’alta temperatura, ma comunque delicati e dal buon sapore.

Qualche informazione in più:

Wikipedia dice che…

Attualmente sono apprezzati soprattutto come dolce natalizio. Si consumano con vini da dessert, in particolare con Moscadello di Montalcino Vendemmia Tardiva e con Vin santo toscano.

È il primo prodotto dolciario per l’Italia ad avere la tutela europea. Nel marzo 2010, la denominazione Ricciarelli di Siena è stata riconosciuta come indicazione geografica protetta (IGP).

L’autorità pubblica incaricata di effettuare i controlli sulla indicazione geografica protetta Ricciarelli di Siena è la Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Siena.

Come sono fatti?

Gli ingredienti sono lo zucchero, le mandorle, l’albume e il miele.

Dopo che sono stati formati vengono spolverati di zucchero a velo e cotti in forno.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ricciarelli di Siena IGP Masoni”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.